Crea sito

 

 

 

 

 

PROGETTO OROPA VERTICALE

 

 

 

Clicca per ingrandire l'immagine.
 

 

 

Clicca per ingrandire l'immagine.
 

 

 

Clicca per ingrandire l'immagine.
 

 

 

----------------------------------------------------------------------------------

 

 

Ringrazio Roberto Munarin per avere collaborato alla realizzazione di queste pagine fornendomi gentilmente tutto il materiale.

 

 

 

 

 


Che cos'è Progetto Oropa Verticale...
Ho iniziato, con Aldo Echerle, a chiodare nella conca di Oropa nel 2005 con la via Ai-event. La via debbo dire che ha riscontrato subito un buon successo le mail che ho ricevuto e le ripetizioni sono la conferma che il lavoro svolto è gradito agli arrampicatori Biellesi e non, che in alcuni casi non erano a conoscenza che ci fossero dei siti di arrampicata a pochi minuti da Oropa. Direi che negli ultimi anni i continui cambiamenti climatici, riscontrati nelle nostre zone sono stati abbastanza positivi, per chi come noi va in montagna, nel senso che se a valle le temperature sono al di sopra della media in montagna la “solita” nebbia dei mesi più caldi è meno presente se non addirittura assente. Questo ci permette di trovare refrigerio e di arrampicare in un ambiente che a mio avviso non ha nulla da invidiare alle più blasonate falesie di arrampicata delle località confinanti più note. Considerando che le richieste di informazioni tramite mail, o con il passaparola mi giungono dalle più svariate località e non solo dal Biellese ma anche dalle province/regioni confinanti se non addirittura in alcuni casi da Svizzeri e Francesi in vacanza nelle nostre zone, credo sia importante  valorizzare i nostri siti di arrampicata. A questo punto mi chiedo, ma quanti sono gli arrampicatori o escursionisti che conoscono bene i settori di arrampicata di Oropa? Se fossero tutti collegati fra di loro con un sentiero panoramico avremmo sicuramente non solo arrampicatori ma anche le loro famiglie o amici al seguito incuriositi dalle evoluzioni degli arrampicatori! Ed ecco nascere il progetto “Oropa Verticale 2006…” con questi obiettivi:
• Fare un censimento dettagliato di tutti i settori di arrampicata con le relative vie comprensive, dove sono note, di tutte le info riguardanti i nomi degli apritori.
• Eventuale bonifica delle vie esistenti da pietre o quant’altro che possa diminuire la sicurezza dei frequentatori.
• Mettere in sicurezza le vie esistenti con eventuale richiodatura totale o parziale delle stesse.
• Ricerca di nuovi settori di arrampicata e loro chiodatura.
• I materiali utilizzati, forniti dalla Scuola Nazionale di Alpinismo “Guido Machetto” C.A.I. Biella saranno; per la chiodatura Fix 10Ø INOX, per le soste 2 Fix 10Ø INOX con catena e anello di calata.
• Importante e direi quasi fondamentale collegare tutti i settori con un sentiero che permetta agli arrampicatori di potersi spostare da un settore all’altro in sicurezza e all’escursionista di poter ammirare le nostre montagne da un balcone privilegiato come dovrebbe essere tale sentiero.
• Chiaramente bisognerebbe pubblicizzare il tutto con articoli sui giornali, locandine, siti internet e perché non una guida di arrampicata della valle di Oropa!
                                                                                                                    Roberto Munarin

Accesso stradale:
Oropa è facilmente raggiungibile da Biella centro in circa 30' di auto seguendo le numerose indicazioni per il "Santuario di Oropa";situata ad una quota di m.1180 permette di arrampicare per numerosi mesi l'anno trovando clima mite sia d'estate che d'inverno.

Avvicinamento:
Dal piazzale della funivia di Oropa seguire le indicazioni per la galleria di Rosazza, dopo circa 1 km. lasciare l’auto in prossimità di una cappelletta detto Delubro, mi raccomando posteggiare bene.Una catena delimita il passaggio carraio.Seguendo la strada sterrata in salita si raggiungono tutti i settori. Da 10 a 50' di cammino circa.

I settori di arrampicata:
Tutte le vie/monotiri sono state per la maggior parte chiodate dal basso e sono attrezzati con spit e catene di calata alle soste.
Per una ripetizione sono sufficienti una corda da 55m. e 10-12 rinvii.
Alcuni settori necessitano di 2 mezze corde da almeno 50m. per le calate;in tal caso viene specificato nella relazione.


Monte Mucrone:
VERSANTE SUD-SUD-OVEST
In memoria di Marciandi Fabrizio,Istruttore della Scuola Naz.di Alpinismo "Guido Machetto".Probabilmente la via più lunga delle Alpi Biellesi se comprendiamo il collegamento finale con la Sud-Sud/Ovest. Divertente arrampicata in ambiente grandioso da non sottovalutare data la lunghezza della stessa. Sono numerose le vie di “fuga” per cui può essere divertente anche concatenare alcuni salti per poi scendere su tracce di sentiero, senza dover arrivare in punta a tutti i costi per poter uscire dalla via.
- Via "Ai-Brix" Relazione
Chiodatori: R.Munarin / P.Frassati 2008/2009 dal basso.
Difficoltà: 5c/A0 max.
Sviluppo: 800 m.
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.
Accesso:
Costeggiare l’ingresso principale del Santuario, proseguire diritto (strada asfaltata) superato il cimitero monumentale proseguire per alcuni km sino ad un grosso ripetitore quadro posto sopra la strada (dx). Lasciare la vettura e prendere il sentiero (D41) o la strada asfaltata che sale lungo i prati sino ad incontrare a sx una strada sterrata delimitata da una vecchia barra in ferro (45’), 1400 m. ca.(D34) Proseguire sulla strada sino ad incontrare la baita Sette Fontane costruzione caratterizzata da due grosse prue paravalanghe (1h30’),1540m. Proseguire sull’evidente sentiero (C17) che sale dietro la baita, superato un profondo canale si giunge sullo sperone erboso. Lasciare il sentiero e salire il pendio (ometti) che dopo alcuni tornanti vi porta all’attacco della via, 1680 m. (1h50’).

Le falesie:
ATTENZIONE!!
Tutti i vecchi settori sono stati inseriti,per ora,a titolo informativo in quanto non sono ancora stati visitati e/o sistemati.Si avverte pertanto,a coloro che intendessero andare a scalare,di prestare attenzione e verificare accuratamente lo stato di spit e soste ed eventualmente segnalarci i problemi riscontrati.Grazie.
Settori già esistenti:
- Seattle Rock
(Richiodata e bonificata) Relazione
Chiodatori: P.Pinna / R.Munarin - M.Dall'Acqua - R.Pasquino 08/2007
Difficoltà: Dal 4b al 6c
Altezza: 15 m.
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.
Accesso:
Seguire la strada fino ad incontrare sulla destra le indicazioni (bolli gialli,Giass Comune) per il settore;risalire il sentiero e dopo breve prendere la diramazione sulla destra che porta al settore. 15' circa

-
Giass Comune (Richiodata e bonificata) Relazione
Chiodatori: P.Pinna / R.Munarin - A.Echerle 07/2007
Difficoltà:
Dal 4b al 5c
Altezza: 20 m.
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.
Accesso:
S
eguire la strada fino ad incontrare sulla destra le indicazioni per il settore;continuare lungo il sentiero che porta al M.Tovo e poco prima del'Alpeggio Giass Comune seguire delle tracce sulla sinistra che portano alla base delle 2 pareti. 30' circa

- Tetto delle Pisse (Richiodata e bonificata) Relazione
Chiodatori: E.Bruschi,poi G.Lanza / R.Munarin - A.Echerle - E.Maffeo 06-07/2008
Difficoltà:
3 tiri:A1 / 6a e 6c/A1
Altezza: 5 m.
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.

Accesso:
S
eguire la strada fino ad incontrare un tetto sporgente che vi passa sopra. 10' circa

- Vento Freddo
(Richiodata e bonificata) Relazione
Chiodatori: P.Pinna / R.Munarin 08/2007
Difficoltà:
Dal 4b al 6c
Altezza: 15 m
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.
Accesso:
Seguire la strada sterrata per 15’ circa sino ad incontrare,a destra,dei bolli gialli con scritte. Lasciare la strada e seguire il sentiero con le indicazioni per i settori Vento Freddo (15’ a destra) e Coda del Drago (25’ a sinistra).

- Coda del Drago
(Richiodata e bonificata) Relazione
Chiodatori:
- Coda del Drago:
G.Lanza, M.Ciarletti 12/1978 / S.Colpo-G.Lanza 02/2007
- Conte Rosso:
E.Pizzoglio,M.Astrua,C.Mercando,M.Moisio,M.Corona,F.Marciandi 10/1996 / R.Munarin,A.Echerle,R.Pasquino, 08-09/2007
Difficoltà:
Max. 6a+
Altezza:
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.
Accesso:
Seguire la strada sterrata per 15’ circa sino ad incontrare,a destra,dei bolli gialli con scritte. Lasciare la strada e seguire il sentiero con le indicazioni per i settori Vento Freddo (15’ a destra) e Coda del Drago (25’ a sinistra).

- Tetto del Credere (I Piloni)
Chiodatori: P.Pinna,E.Pizzoglio,P.Debernardi
Difficoltà:
Dal 4+ al 6a+ e A2
Altezza: 60 m (necessarie 2 mezze corde)
I tiri: (da sinistra a destra)

- 4+;5+;5+
- 6a+
- 6a
- 6a
- 6a+
- 5+
- A2
Accesso:
S
eguire la strada fino ad una cappelletta poco prima di un tornante;un segno bianco sulla destra indica il percorso da seguire.Risalire la pietraia fino alla base della parete. 30' circa

- Placca Grigia (I Piloni) (Richiodata e bonificata) Relazione
Chiodatori: P.Pinna,M.Volpe,S.Bachisio,M.Brandolino / R.Munarin,A.Echerle,E.Maffeo 05-08-2008
Difficoltà:
Dal 5 al 6b
Altezza: 70 m (necessarie 2 mezze corde)
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.
Accesso:
S
eguire la strada fino ad una cappelletta situata ad un tornante;dopo pochi metri risalire una pietraia sulla destra (ometti) fino alla base della parete. 30' circa

Nuovi settori:
- Ai-Foraman (Tetto del Credere) Relazione
Chiodatori: R.Munarin estate 2006
Difficoltà:
6a+ max; 2L
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.

- Ai-Event (Pilone della funivia) Relazione
Chiodatori: R.Munarin,A.Echerle estate 2005
Difficoltà:
6a max; 4L
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.

- Ai-Gemei dla Pissa Relazione
Chiodatori: R.Munarin,A.Echerle Primavera 2007;G.Lanza,R.Sellone 20 Aprile 2007
Difficoltà:
Dal 3 al 6b
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.

- Ai-Rock Ovest Relazione
Chiodatori: R.Munarin,A.Echerle Estate/inverno 2006
Difficoltà:
Dal 5b al 6b+/A1

- Ai-Rock Sud-Est Relazione
Chiodatori: R.Munarin,A.Echerle Autunno/inverno 2006
Difficoltà:
Dal 4b al 6c+
Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine. Clicca per ingrandire l'immagine.

Informazioni:

Per tutte le informazioni contattare direttamente
Roberto Munarin

[ Meteo ]

----------------------------------------------------------------------------------

 

 

 

 
© 2004 Roccia. All rights reserved.
Home | Spedizioni | Alpinismo | Arrampicata | Ghiaccio | Sci-alpinismo | Trekking | Tecnica | Guestbook | Meteo | E-mail